Un giorno da ricordare: l’esame di Anatomia Umana, maledetto “fornice”!

Ci sono giorni che non si dimenticano mai, giorni che in un modo o nell’altro – per tutti noi – è come se fossero segnati in rosso sul calendario al pari delle domeniche e di tutte le festività. Che sia per qualcosa di bello o di brutto poca importa: ognuno ha il suo calendario personale. Il mio calendario è ricco di rossi e uno di questi è il 29 giugno, giorno in cui ho sostenuto Anatomia Umana, per quanto mi riguarda l’esame…
Visualizza Post

Dottore non ce la faccio più, uno di questi giorni mi ammazzo

Nel corso degli anni, frequentando un reparto piuttosto che un altro, qualche brutta storia ti capita di ascoltarla e/o di viverla, ma quello che mi è capitato venerdì probabilmente lo ricorderò per il resto dei miei giorni. Perché certe cose non si vedono solo nei film oppure si sentono esclusivamente al telegiornale: certe cose succedono davvero. Ovviamente non si può e non si deve entrare nei dettagli, ma per raccontare una storia del genere qualche preambolo ci vuole. Paziente sulla…
Visualizza Post

Il suo relatore non va bene, si faccia firmare la tesi da un altro professore…

Fino all’ultimo giorno. Questa laurea me la dovrò sudare fino all’ultimo giorno. Domenica sono tornato a Chieti per svolgere il periodo di tirocinio pre-laurea presso l’ambulatorio di un medico di medicina generale da me scelto qualche tempo fa, e pure per sistemare tutti gli ultimi dettagli relativi alla tesi di laurea che andrò a discutere tra un mese. Martedì mattina ho incontrato la mia relatrice e le ho sottoposto il lavoro completo, l’ultima versione con tutte le aggiunte e le…
Visualizza Post

Un “dé”, centomila significati; e quando ci si mette di mezzo il “boia”…

Quando nasci a Brescia e ci vivi per cinque anni, ti trasferisci in provincia di Foggia (Torremaggiore) e ci stai per quasi quindici anni, fai l’università in Abruzzo e poi a quasi trent’anni ti trasferisci con la tua fidanzata (molisana) in Toscana, puoi considerarti solamente uno schifosissimo ibrido (della lingua italiana). La gente che ti incontra per strada non capisce da dove vieni e che lingua parli, e spesso nemmeno tu sai esattamente che accento hai. Ovviamente il “tu” sono…
Visualizza Post

DeLorean DMC-12: l’orribile auto del ragazzo del futuro, che ha segnato un’epoca

Se l’automobile della foto qui sopra non vi dice niente, per quanto mi riguarda, non siete umani. Si tratta dell’indecente DeLorean DMC-12, veicolo storico – in tutti i sensi – con cui voglio inaugurare una serie di articoli in cui cercherò di amalgamare nel miglior modo possibile, senza essere troppo logorroico e in modalità “non prendiamoci troppo sul serio”, due mie grandi passioni: auto e tecnologia. Quello per le automobili è un amore quasi tramandato (da nonno a padre, da padre…
Visualizza Post
Bitnami