“Non mi faccio visitare da un negro”: nient’altro che lo specchio della sanità italiana (e della politica)

Ne hanno parlato un po’ tutti i giornali e pure le varie emittenti televisive, ma il caso di Andi Nganso, giovane medico trentenne originario del Camerun in turno presso l’ambulatorio della guardia medica di Cantù ha davvero dell’incredibile. Una signora tra i 60 e i 65 anni si presenta lì per chissà quale motivo (evidentemente non era così grave…), nota un uomo di colore, gli chiede se è medico (e certo, poteva esserci un architetto lì dentro…) e una volta appurato…
Visualizza Post

Salvini non fa rima con vaccini (povera Italia)

Lo ammetto, ho sempre avuto una certa simpatia per Salvini. Non per le sue idee politiche, ma per come si è sempre “approcciato” con i suoi colleghi e con il popolo. È sicuramente un personaggio politico che ha il suo “fascino” (una sorta di Putin dei poveri) e che riuscirà a portarsi a casa un sacco di voti, ma non credo proprio che un tipo del genere potrà mai avere le forze (o il cul…la fortuna) di finire una legislatura.…
Visualizza Post

Il “Giuramento di Ippocrate” prima dell’abilitazione? Un paradosso tutto italiano

Per chi non lo sapesse, come estratto da Treccani, Ippòcrate (n. Isola di Coo, 460 a. C. circa – m. 370 a. C. circa) fu praticante e maestro di medicina in Atene e in Tessaglia e fu, secondo la testimonianza di quasi contemporanei come Platone e Aristotele, il medico più famoso della sua epoca così come, secondo quella di una tradizione che culmina in Galeno, il fondatore della medicina scientifica in Grecia. Dalle nostre parti Ippòcrate è famoso per il…
Visualizza Post

Il momento dei ringraziamenti: se sono quello che sono è (anche) merito vostro

Non sono mai stato uno di tante parole. Allo stesso tempo penso di essere uno che di parole ne dice poche, ma buone. Quando per la prima volta nella vita decidi che veramente è giunto il momento di mettere anima e corpo in una nuova avventura, forse capisci che sei cresciuto davvero. Non si può sperare di diventare un medico; fino a quando non ci si convince davvero di voler fare il medico – e solo questo – non si…
Visualizza Post

Un giorno da ricordare: l’esame di Anatomia Umana, maledetto “fornice”!

Ci sono giorni che non si dimenticano mai, giorni che in un modo o nell’altro – per tutti noi – è come se fossero segnati in rosso sul calendario al pari delle domeniche e di tutte le festività. Che sia per qualcosa di bello o di brutto poca importa: ognuno ha il suo calendario personale. Il mio calendario è ricco di rossi e uno di questi è il 29 giugno, giorno in cui ho sostenuto Anatomia Umana, per quanto mi riguarda l’esame…
Visualizza Post
Bitnami